Tappa N.1 : da Mantova a San Benedetto Po (23.9 KM)

La Via Matildica parte da Mantova, città Patrimonio dell’Umanità, per inoltrarsi nei paesaggi disegnati dal Po nella pianura padana. Si arriva infine a San Benedetto e alla splendida abbazia di Polirone.

  • Partenza da: Mantova
  • Arrivo a: San Benedetto Po
  • Distanza: 23.9 chilometri
  • Tempo di Percorrenza indicativo (senza soste) : 7 h

Descrizione tappa

La prima tappa della Via Matildica prende il via da Mantova, città Patrimonio Mondiale dell’Unesco. Il percorso extra cittadino inizia nella parte sud della città, nella zona di Palazzo Te e dello stadio di calcio, raggiungibili facilmente con i mezzi pubblici o a piedi.

La traccia gpx in mappa inizia da Palazzo Te e prosegue su percorso pedonale affiancando lo stadio di calcio e poi oltrepassando il passaggio a livello ferroviario proprio nei pressi dei cartelli di inizio e fine del Comune di Mantova. Qui si svolta a sinistra in viale Learco Guerra e si prosegue dritti, passando a fianco dello stadio del rugby. La strada diventa sterrata fino alla sbarra che segna il confine dell’area del vecchio forte di Pietole, qui si imbocca a sinistra il breve tratto di sentiero che scende sulle rive del Mincio e che aggira il forte, fino a ritrovare la sterrata che porta a Pietole Vecchia, luogo natale di Virgilio.

A Pietole Vecchia (Andes in latino) si abbandonano le rive del Mincio svoltando a destra e proseguendo dritto, costeggiando a sinistra il piccolo parco pubblico (dove è presente una fontana) e proseguendo per via Argine Fossetta.

Si prosegue sulla piccola strada di campagna che diventerà il percorso ciclopedonale a fianco del canale che costeggia prima San Biagio e poi Bagnolo S. Vito. Alla fine di Bagnolo si attraverserà il canale su una passerella pedonale di legno e si girerà a destra raggiungendo la piccola via Levatella che si percorre per circa un chilometro fino all’incrocio con via Canova. Qui svoltiamo a destra fino a raggiungere la provinciale, ad attraversarla con cautela e a portarci sull’argine del Po proseguendo verso il ponte di San Benedetto.

—————————

ATTENZIONE AGGIORNAMENTO DI LUGLIO 2019: il ponte di San Benedetto è oggetto di una importante ristrutturazione che però è in forte ritardo (doveva essere completata alla fine del 2018). A giugno 2019 è stata annunciata la chiusura totale per 5 mesi a partire da agosto, chiusura però annullata. Attualmente (15 luglio 2019) il ponte è aperto anche nel suo passaggio pedonale di destra (venendo da Mantova) e quindi percorribile prestando però massima attenzione nel tratto di poco meno di un chilometro che porta al ponte, in cui si transita sul bordo ristretto di una strada ad alto traffico.

Sono previste in tutti casi alcune giornate di chiusura, causa lavori, al momento non preventivabili. Ad agosto 2019 il ponte non dovrebbe comunque subirne.

L’alternativa per evitare l’attraversamento del ponte e le relative incertezze è prendere a San Biagio o Bagnolo S.Vito il servizio di trasporto pubblico extraurbano (linea 31a di Apam) che porta in mezz’ora a San Benedetto Po.

———————-

Attraversato il ponte di San Benedetto si volta a destra per raggiungere la strada d’argine che si imbocca salendo a sinistra in direzione di San Benedetto, il cui inconfondibile profilo scorgeremo dopo circa 5 chilometri.

Informazioni utili

Punti di ristoro (acqua e cibo): si attraversa un territorio abbondantemente antropizzato dove è facile trovare negozi e esercizi pubblici in cui acquistare generi di conforto. Oltre alla partenza, nella città di Mantova, è possibile trovare negozi di alimentari o bar a San Biagio, Bagnolo San Vito, San Benedetto Po.

Accesso ai mezzi pubblici:  facile accesso ai mezzi pubblici lungo tutto il tragitto. Sono diverse le fermate deli bus del trasporto pubblico (da e per Mantova) nelle località di San Biagio, Bagnolo San Vito e San Benedetto Po e lungo le strade provinciali che collegano queste località. San Benedetto Po è raggiunta anche dalla linea ferroviaria Suzzara-Ferrara che con cambio a Suzzara conduce anche a Luzzara e Guastalla.

Farmacie: sono presenti nelle località di Pietole, San Biagio, Bagnolo San Vito e San Benedetto Po

Dove alloggiare

A Mantova, tappa di partenza, l’offerta ricettiva è ampia e può soddisfare tutte le diverse esigenze e i budget a disposizione, sia per singoli viaggiatori, che per coppie, piccoli gruppi o gruppi numerosi.

Potete consultare i portali di prenotazione per cercare disponibilità per il periodo che avete scelto, anche direttamente su Booking.

A San Benedetto Po,  tappa di arrivo, l’offerta è ovviamente minore ma presenta alcune strutture di assoluta qualità:

  • A CASA DELL’ANTIQUARIO, Via Battisti 10, San Benedetto Po 0376-614680 o 347-4985547 – www.bebacasadellantiquario.it
  • CORTE BERTOIA, Strada Bertoia 4, San Benedetto Po 0376-612012 – www.cortebertoia.it
  • LETIZIA, Via Ferri 106, San Benedetto Po, tel. 3484224660 
  • IL TEMPO DEI SOGNI Via Bardelle 104/D, San Benedetto Po – tel. 0376615557 o 3381117994
  • POLIRONE, Via Ferri 115, San Benedetto Po, tel. 348-9228396 – 0376-622165 – www.polirone.eu
Lungo la tappa è possibile trovare alberghi e b&b anche a Bagnolo San Vito, San Biagio e Pietole.

Cosa visitare